https://youtu.be/NA5J3uROxKw

“Leonardo Da Vinci. Missione Monna Lisa” Gli Alcuni

“Leonardo Da Vinci. Missione Monna Lisa” è l’ultimo lavoro diretto da Sergio Manfio e prodotto dal gruppo Gli Alcuni di Treviso. Il film d’animazione che sarà presentato alla stampa il 6 gennaio tra Roma, Firenze e Milano, avrà la sua anteprima anche a Treviso domenica 7 gennaio per poi essere proiettato nelle sale dall’11 gennaio 2018.Continue reading…    

 

Un excursus sul genio di Leonardo Da Vinci, che con i suoi amici e la forte ed intraprendente Lisa condivide un sogno: volare. E attraverso continue prove e fallimenti, ma senza mai demordere riuscirà a spiccare il volo. Non senza incappare in nemici, che gli ostacolano il precorso, i quali sono alla ricerca di un tesoro sembra nascosto sui fondali dell’Isola di Montecristo. Un film d’animazione che vuole farci  sognare e perseguire quei sogni che abbiamo, perché se ci crediamo davvero quel sogno allora può diventare realtà. Proprio come accade a Leo.

Se guardate il trailer avrete già voglia di volare sulle note della colonna sonora di Rikki.


-- Download "Leonardo Da Vinci. Missione Monna Lisa" Gli Alcuni as PDF --


Mario Schifano e la Pop Art italiana ad Asolo

monocromo rosso - mario schifano
monocromo rosso – mario schifano

IT | Mario Schifano approda al Museo Civico di Asolo. Una mostra che segue il percorso intrapreso con Andy Warhol. 30 years later ad inizio 2017 e grazie alla quale ora si evidenziano le divergenze tra la Pop Art americana ed italiana. Mario Schifano fu segnato da una vita travagliata, legata all’abuso di droga. Un artista maledetto, le cui opere sono esposte nel più importanti musei nazionali ed internazionali, tanto da essere considerato il maggior esponente della pop art Continue reading…    

italiana.

Innanzitutto il Museo Civico pone in contrasto e sottolinea l’evoluzione dell’arte, contrapponendo l’esposizione di arte moderna permanente con gli acrilici di Schifano e della Scuola Italiana, riuscendo ad amalgamare l’esposizione anche con il territorio.

Durante il vernissage la mia attenzione è stata catturata dal Monocromo Rosso, in quanto nella sua semplicità si riesce a percepire il punto di rottura con l’arte, la “tabula rasa” da cui ripartire per avvicinare sempre di più l’arte ai segni della vita moderna. L’artista creò altri monocromi, giallo e blu partendo da carta da imballaggio incollata su tela, su cui far colare smalti ed acrilici . La forza in esso racchiusa si traduce quasi in una necessità di sfogo del tumulto interno di Schifano. Ed inoltre  “22 02 89 RAI TRE” in cui Schifano inserisce le influenze che provengono dai mass media, proprio come Warhol.

Uno stimolo nella scoperta dell’arte contemporanea italiana declinata nella Pop Art, di cui raramente se ne sente parlare e ben poche sono le esposizioni ad essa dedicate. Di sicuro l’allestimenti si trasforma in un prezioso spunto per visitare e scoprire Asolo in tutte le sue sfaccettature tra arte e territorio.

17 DICEMBRE 2017 – 2 aprile 2018, Museo Civico – via Regina Cornaro 74, Asolo.

Info e prenotazioni: Mail. info@museoasolo.it / Tel. 0423952313


EN | Mario Schifano arrives at the Museo Civico in Asolo with an exhibition displaying a selection of his artworks. An exhibition that follows the path taken by the latter exhibition “Andy Warhol. 30 years later” at the beginning of 2017. The exhibition highlights the differences between the American and Italian Pop Art. Mario Schifano had a troubled life, addicted to drug which affected his painting. Known as a cursed artist, whose works are exhibited in the most important national and international museums, he is considered the greatest exponent of Italian pop art.

First of all, the Civic Museum put in contrast the permanent modern art exhibition with the acrylics by Schifano and the Italian School, blending the exhibition with the territory.

During the opening my attention was caught by the Red Monochrome, as in its simplicity you can perceive the breaking point with art, the “tabula rasa” from which restarting from scratch and taking signs of modern life into the artworks. The artist created other monochromes, yellow and blue, painting on packaging paper glued onto canvas, on which glazes and acrylics were poured. The force enclosed in it seems to hide the internal tumult of Schifano. And also “22 02 89 RAI TRE” in which Schifano inserts the influences that come from the mass media, just like Warhol.

A motivation to explore the Italian contemporary more precisely Pop Art, of which we rarely hear about it and very few are the exhibitions dedicated to it. Certainly the set-up turns into a precious starting point to visit and discover Asolo in all its beauty between art and territory.

17th DECEMBER 2017 – 2nd April 2018, Museo Civico – via Regina Cornaro 74, Asolo.

Info and reservations: Mail. info@museoasolo.it / Tel. 0423952313

lucio del pezzo
grande paesaggio -mario schifano
22 02 89 rai tre - mario schifano
autoritratto - michelangelo pistoletto
matrix - mimmo rotella

 

 


-- Download Mario Schifano e la Pop Art italiana ad Asolo as PDF --


Conegliano tra arte e mistero

Duomo di Conegliano
Duomo di Conegliano

Nota per il suo principale pittore il Cima, Conegliano regala molte sorprese tra arte e mistero da scovare sulle facciate affrescate o intarsiate di terracotta dei suoi eleganti palazzi lungo Via XX Settembre, decifrando messaggi, giochi o schizzi sui muri di Casa Cima o semplicemente entrando di sotterfugio in una raffinata Villa. La città fondata nel XII per volontà di alcune nobili famiglie dà vita ad un borgo dominato dal Castello, fulcro della vita e del potere cittadino, manifestando tuttora una raffinatezza senza tempo.Continue reading…    

Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano

Segnata da una vita economica e culturale molto attiva, ospitò per molti anni un gremito gruppo di israeliti trasferitisi per lo più tra Padova e Venezia nel XVIII secolo. A testimonianza della presenza ebraica a Conegliano rimangono il bellissimo palazzo ex Monte di Pietà, il cui affresco del vicentino Fiumicelli rievoca attraverso l’angelo un chiaro legame con il più famoso affresco dell’Assunta del Tiziano presso la Chiesa dei Frari a Venezia. Mentre su un colle appena fuori città si può fare qualche passo e visitare un suggestivo cimitero ebraico.

Da Palazzo Sarcinelli, dove un Fregio sembra sia attribuito a Riccardo Perucolo, il quale nel XVI sec. condivise la vita artistica di Conegliano con Francesco da Milano, il Pordenone, Beccaruzzi, Fiumicelli. Il pittore accusato di luteranesimo fu imprigionato a Venezia e poi scarcerato. Solo successivamente e in modo inesplicabile, fu nuovamente arrestato e condannato al rogo, che si compì nella piazza dei mercati. Il mistero nell’arte continua con la morte del Cima, che secondo gli studiosi avvenne per mano del Pordenone. Il pittore infatti visse a Conegliano prima di trasferirsi a Venezia dove entrò in contatto col Tiziano, si suppone sia stato il mandante della morte del Pordenone, il quale morì misteriosamente a Ferrara.

Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano
Conegliano

L’itinerario continua lungo la camminata che porta alla collina del Castello, per sbirciare e meravigliarsi dalla bellezza di Villa Gera. Un edificio del XIX sec., che offre delle viste meravigliose sulla città e sulle colline del prosecco. E’ possibile riservare la villa per funzioni private, e credetemi che dal salone centrale, il cui soffitto è completamente affrescato, si gode di un panorama mozzafiato.

L’Associazione delle Pro-Loco del Veneto e Spettacoli di Mistero ci portano in giro per la regione alla scoperta di leggende, misteri e tradizioni attraverso rievocazioni, visite guidate o serie di racconti, mi ha condotto per mano lungo un itinerario tra arte e mistero a Conegliano, svelando alcuni retroscena di famosi artisti, che in città vissero o soggiornarono. Per le visite guidate contattate lo I.A.T. presso il Palazzo Sarcinelli Via XX Settembre, 132, 31015 Conegliano.

 

 


-- Download Conegliano tra arte e mistero as PDF --


Valentina for Local Hero Brooks

Local Hero Brooks
Valentina for Local Hero Brooks

Cos’è Local Hero Brooks? Un itinerario lungo tutto lo stivale organizzato dalla casa di calzature sportive Brooks per diffondere lo spirito #RunHappy, perché il running è prima di tutto divertimento e condivisione tra fatica e sorrisi con gli amici. Il prossimo venerdì 27 ottobre 2017 dalle 17:00 alle 21:00 Local Hero Brooks farà tappa al negozio di sport PASSSPORT in Via Nazionale 13, Cesiomaggiore (BL).

E quindi posso essere il vostro Local Hero di riferimento? Tutto ciò che dovete fare è registrarvi online al seguente link Local Hero Brooks e indicare il mio nome, e cioè Valentina. E così ci troveremo venerdì 27 ottobre per provare le calzature Brooks tutti assieme, ascoltando buona musica e approfittando del buffet offerto da Passsport. Ma cosa più importante tra tutti i presenti saranno estratti 4 fortunati, a cui andranno un paio di scarpe Brooks.

E allora venite a correre assieme a me? #RunHappy con Brooks & Valentina!

 


-- Download Valentina for Local Hero Brooks as PDF --


Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: